Posts contrassegnato dai tag ‘文化’

città senza limiti copertina

Scarica Città senza limiti, studi culturali sull’urbanizzazione cinese Cafoscarina

L’estratto contiene l’Indice, la Prefazione di Wang Xiaoming, L’ideologia urbana e i costruttori di città di Pun Ngai e Lu Huilin

(altro…)

Annunci

TEATROOLTRE LO STATO E IL MERCATO

La compagnia teatrale Caotaiban fluttua, cambia spazi per le prove, si esibisce nei vicoli di Shanghai e nelle piazze improvvisate sottratte ai centri commerciali. Fondata nel 2005, il suo animatore principale è il regista Zhao Chuan, classe 1966

(altro…)

Teatro del Corpo

Booktown书城 7/2010, 44-48

原文

Zhao Chuan[1]

Nell’autunno del 2008 a Shanghai siamo stati impegnati nella realizzazione di “Luxun 2008”. Dopo aver lavorato un giorno intero, la sera siamo andati a bere qualcosa insieme al regista giapponese Hiroshi Ohashi che collaborava al progetto. Ci siamo messi a parlare del performer taiwanese Watan Uma che partecipava allo spettacolo, lui che in passato e’ stato per 10 anni nell’esercito taiwanese. Hiroshi Ohashi ha avuto un’idea per le prove del giorno successivo, chiedere a Watan Uma di fare il passo e il saluto militare in mezzo alle persone sul palco. Durante il periodo della legge marziale a Taiwan, Watan Uma ha costruito la propria identita’ di militare per dieci anni, identita’ che sembrava essere ormai scomparsa e che invece nei momenti della performance lo ha fatto ritornare alla sua propria storia individuale fisica, corporea. Quei passi da marcia e quei saluti militari fragorosi, in piu’ una improvviva serieta’ sul suo volto,  aprirono la scena ad associazioni e ricordi storici ancora piu’ perturbanti. Il corpo di Watan Uma in quel frangente, non era solo corpo fisico ma alludeva al contesto sociale, caricava su di se’ un mondo ideologico e il suo ordine, non con un racconto virtuale fatto di abili parole ma con la storia del proprio corpo. (altro…)

原文 Cosa sta accadendo a Wuhan?

M   L   C

M: La notizia data nell’articolo “inchiesta sulla compagnia overseas chinese town che a basso prezzo si mangia l’east lake di Wuhan” della giornalista Yao Haiying del Time Weekly di Canton ha provocato la rabbia di una parte della cittadinanza della citta’ di Wuhan. L’inchiesta riporta la collusione fra autorita’ governative e privati, per cui vengono venduti a overseas chinese town 2000 mu di terra che fanno parte del cuore della zona protetta paesaggistica considerata di livello 4 A dallo Stato, ma in piu’ ha svelato come questa compagnia si stia preparando a riempire di terra l’acqua di una parte del lago, dedicata alla pesca, per costruire strutture commerciali e alberghi di lusso a quattro e piu’ stelle. Appena uscita la notizia del “riempimento del lago”, la popolazione e’ rimasta atterrita, arrabbiata, piano piano ha iniziato a protestare in rete. Ma l’amministrazione del lago e la overseas chinese town (le due parti del contratto), ha negato i “rumori” della stampa non dicendone nulla in merito, solo che la parte dedicata alla pesca non sara’ riempita. Gli attivsti sono andati direttamente sul campo per fare un’inchiesta, hanno fatto foto e video, testimoniando come oltre la meta’ di 200 mu di terreno adiacente al luogo della pesca siano gia’ stati riempiti, hanno certificato come, in base al progetto di pianificazione, questa parte d’acqua e’ stata destinata allo sviluppo commerciale. E’ evidente che “negare i rumori” sia una bugia. (altro…)


田晓菲,  天涯 2009-1 原文

Di fronte a tutte quelle grandi questioni da cui ci si aspetta una risposta si/no mi metto sempre istintivamente in guardia, perche’ nella vita reale le cose non sono mai cosi’ semplici.Quando mi hanno invitato a partecipare al dibattito “la cultura cinese ha futuro?” mi sono risolta ad accettare perche’ speravo di avere occasione, a fronte di questa questione, di esprimerne un’altra: “quale cultura cinese?”. Ma intanto per un momento fateci adottare una posizione ottimista ipotizzando che la cultura cinese abbia un futuro certo e che, stando in quel futuro, rivolgiamo lo sguardo al passato. Fateci immaginare che in quell’epoca del passato la Cina e il mondo esterno hanno iniziato un contatto che ha fortemente influenzato la cultura cinese. In quell’epoca, molti testi stranieri vengono tradotti in lingua cinese e vengono assimilati da ogni settore della societa’. Molte cose e’ inevitabile che si perdano nella traduzione, ma questo non impedisce ai materiali che vengono di continuo letti di cambiare profondamente le persone. In quell’epoca, terminologie straniere sono entrate a far parte di ogni aspetto della vita comune, gli stranieri sono arrivati in Cina, vivono in mezzo ai cinesi, si occupano di commercio, studiano la lingua oppure insegnano agli studenti. In quell’epoca, i cinesi viaggiano o proseguono gli studi all’estero o ci vivono in modo permanente. In quell’epoca, in molti sono fortemente preocuppati per una eccessiva influenza che la cultura cinese subisce dall’estero, ma anche in molti accolgono favorevolmente queste influenze facendo appello alla tolleranza e alla liberazione del pensiero. In quell’epoca, l’aspetto della cultura cinese subisce un cambiamento profondo e duraturo. Il periodo a cui mi riferisco, naturalmente e’ la media antichita’, quello che viene spesso chiamato “dinastie del nord e del sud”. Ma il senso qual e’?

(altro…)

孙晓忠  原文

Spesso abbiamo la parola “cultura” sulla bocca. Ma precisamente, cos’e’ la cultura? Di sicuro non ce la caviamo con un paio di frasi, centinaia sono le definizioni di cultura date in tutto il mondo, cosi’ come gli studiosi che la analizzano. Cultura per le aziende, discipline culturali per le universita’: abbagliante. Ma l’unico standard che abbiamo per la cultura e’ che ci sono posizioni diversissime, si litiga continuamente. Cio’ significa che una spiegazione di cosa sia “cultura” non c’e’, il concetto di cultura e’ ancora indistinto; parlare di quella urbana e’ dunque ancora piu’ difficile.

Quale tipo di citta’ puo’ dire di avere cultura? (altro…)